Confrontarsi con l'isolamento per superarlo - la testimonianza di Giuseppe

Aggiornato il: apr 12


E come per molti, anche per me sono arrivati i giorni della reclusione in casa e dell’isolamento.

I primi tempi è stato abbastanza facile, ma poi ho rischiato che la noia avesse la meglio.

In realtà molto di quello che devo fare l’ho appreso in quasi tre anni di Clubhouse: cucinare, fare le pulizie e non chiudere i rapporti col Mondo.

Per quanto riguarda il primo aspetto ho la fortuna di avere mia madre nell'appartamento a fianco. Ma -e qui veniamo al secondo punto- devo impedire che lei faccia sforzi superiori ai suoi ottantaquattro anni. Quindi le pulizie le faccio da me.


Infine, più difficile per me, mantenere dei contatti con le persone: qui il problema è legato a una personale resistenza agli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione.

Nell'insieme questo periodo è senz'altro un momento di noia e di solitudine, ma anche una fase di verifica delle capacità e delle modalità di confronto che ho appreso.


GIUSEPPE

25 visualizzazioni
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco YouTube Icona